Macchina da cucire Singer

Macchina da cucire Singer: i 5 migliori modelli di sempre

La Singer nasce nel 1851 con il nome di IM Singer & Co, l’azienda americana con sede nel Tennessee sviluppa i primi prototipi e riscuote fin da subito un enorme successo.

Dopo quattro anni il nome Singer fu sinonimo di qualità e professionalità, le macchine prodotte da Singer si fanno strada sul mercato riscuotendo successo e apprezzamento a più livelli.

Non è un caso che in pochi anni Singer annovera i primi premi come quello vinto alla Fiera Mondiale di Parigi.

Con i successi arrivano anche le espansioni con la creazione della prima succursale in Scozia nel 1856, i modelli casalinghi sono arrivati in seguito.

Singer cominciò con la produzione di modelli industriali per poi essere tra le prime a proporre modelli ad uso domestico come il famoso Grasshopper che ha venduto 3000 unità in un anno.

Acquistare oggi un macchinario che si fregia del marchio Singer come quelli che verranno elencati di seguito significa investire in un’azienda storica che ha sempre puntato all’eccellenza con le migliori tecnologie per offrire uno strumento che non decada nel tempo ma che acquisti valore con gli anni.

La struttura e la qualità dei materiali che Singer offre con le sue macchine da cucito è oggi imbattibile sotto ogni punto di vista.

Le migliori macchine da cucire Singer

Singer Brilliance 6160

Singer Brilliance 6160

Peso: 6,2 kg

Dimensioni: 42 x 20,5 x 31,1 cm

Altre caratteristiche: 60 punti / 90 programmi di cucitura, Cucitura a 2 aghi, Cucitura diritta, a zig-zag, Orlo invisibile

Con questo modello Singer vuole offrire uno strumento valido per lavorare tutti i giorni su più tessuti senza intoppi.

Le tante possibilità di cucito sono disponibili ai molti punti a scelta da utilizzare.

La quotidianità mette davanti a questa macchina molti lavori da dover eseguire davanti ai quali la Singer Brilliance 6160 non è mai in difficoltà.

Si può infatti seguire il proprio gusto o il proprio modello di lavoro e la macchina riuscirà a realizzare tutto quello che si ha in mente grazie alle innumerevoli possibilità di cucito.

La variegata possibilità di operazioni si accosta quindi ad una semplicità di utilizzo che rende la macchina intuitiva e funzionale.

La disposizione dei comandi, la possibilità di cambiare e di effettuare modifiche anche dei più piccoli dettagli di cucito rende questo strumento l’ideale anche per lavori di maggior livello.

L’avanguardia di Singer nella costruzione dei suoi modelli si carpisce sopratutto dalla computerizzazione delle sue macchine.

La presenza di un computer infatti ha un ruolo nevralgico nel lavoro da compiere in quanto selezionando tutto dai comandi si risparmierà tempo prezioso, tutte le funzioni sono costantemente visualizzabili sul display LCD.

I programmi inseriti all’interno del computer cercano di restituire il massimo dell’esperienza targata Singer con un numero di punti molto vasto.

Infatti sono disponibili punti elastici, di rifinitura riguardanti la taglicuci e punti decorativi.

I punti sono regolabili sia su lunghezza che su ampiezza in modo da poter eseguire operazioni sempre diverse oltreché di stampo professionale.

Anche nella sezione relativa alle asole la macchina mette a disposizione la funzione automatica che si basa direttamente sulla grandezza del bottone, realizzando da sola l’asola su misura, quest’operazione rende il confezionamento di un abito molto più veloce e intuitivo.

Nella sezione relativa ai punti si potrà scegliere tra una vasta gamma di possibilità come il zig-zag, il punto elastico o quello a nido d’ape.

La macchina cuce anche con il doppio ago, questo da la possibilità di operare riparazioni su cerniere lampo e rammendi vari senza problemi.

Passando ad una veloce analisi dell’esterno della macchina da cucire ci si trova dinanzi ad una macchina robusta e solida che resiste alla maggior parte delle sollecitazioni che si generano in fase di utilizzo in maniera ottimale.

La solidità di costruzione influenza anche la qualità del lavoro eseguito permettendo di evitare imperfezioni come i punti saltati.

L’idea costruttiva di Singer è incentrata sul facilitare tutte le operazioni.

Quest’attenzione si nota nei piccoli dettagli che col tempo si rivelano essere funzionali ed essenziali oltre che comodi per lavorare meglio.

Uno di questi dettagli è la luce a LED Staybright che illumina tutta l’area di cucito senza affaticare gli occhi come le vecchie luci gialle o peggio ancora rovinare il tessuto sul quale si sta lavorando, le vecchie luci alogene infatti generavano molto calore che influiva sia sulle operazioni di cucito che sul tessuto stesso, tessuti molto delicati infatti possono risentire di fonti di calore molto forti.

Un altro aspetto fondamentale che riguarda la struttura è la disposizione della macchina cosiddetta a braccio libero, cosi facendo si potrà lavorare in modo più naturale su indumenti come pantaloni, polsini e maniche.

Molti dei dettagli esterni sono intercambiabili e sostituibili nel tempo come i piedini alla base della macchina che a seconda del piano dove sarà collocata possono essere sostituiti.

Gli accessori forniti assieme alla macchina saranno utili nelle normali operazioni di pulizia e manutenzione ordinaria come il cacciavite per svitare la placca ago e il pennello per rimuovere la polvere e i detriti di scarto.

La dotazione standard di Singer comprende poi un piedino standard, un piedino per cerniere e uno per occhielli, un set di aghi con 4 spoline e il porta rocchetto ausiliario e il ferma-rocchetto con un pratico manuale di istruzioni.

Singer Tradition 2263

Singer Tradition 2263

Peso: 7 kg

Dimensioni: 38 x 18 x 32 cm

Altre caratteristiche: 23 programmi, 6 punti utili, 11 punti decorativi, 5 punti elastici

La Singer Tradition 2263 è la macchina giusta per chi si sta affacciando al mondo del cucito e vuole imparare velocemente il metodo professionale nel confezionamento di abiti.

Su questo modello sono infatti montati tutti gli strumenti iniziali che permettono di fare operazioni su abiti o confezionarne di nuovi partendo da zero.

La versatilità di questa macchina è tangibile nella disposizione dei comandi e nella struttura generale che risulta essere meno ingombrante e più disposta ad un utilizzo quotidiano.

Queste premesse non rendono la Singer Tradition 2263 una macchina limitata ma al contrario pongono questo modello in una posizione di rilievo grazie alla combinazione di versatilità unita ad una grande disponibilità di operazioni effettuabili con qualche piccolo dettaglio degno di nota come l’occhiellatore automatico a 4 tempi.

A completare la gamma di funzioni c’è un’intera selezione di 23 punti essenziali tra 6 punti utili, 11 punti decorativi e 5 elastici.

Questi rappresentano la base di partenza per creare modelli e cuciture sempre nuove grazie alla possibilità di modificare molti parametri.

Non manca la funzione per poter lavorare a braccio libero per effettuare operazioni particolarmente impegnative come le zone delle maniche e dei pantaloni, rimuovendo il piano di lavoro alla base della macchina sarà più agevole lavorare senza rischiare di rovinare il capo.

La versatilità è stata raggiunta sopratutto nelle dimensioni relative all’ingombro che non risultano essere proibitive.

Infatti le dimensioni contenute fanno di questo modello uno strumento facile da utilizzare ma altrettanto facile da riporre, utile quindi per chi non ha uno spazio fisso da dedicare alla macchina e deve riporla alla fine di ogni utilizzo, a tal proposito è stata montata una comoda maglia per aiutare le operazioni di spostamento.

La macchina è stata pensata e progettata per i neofiti del cucito e per questo Singer ha saggiamente posizionato i comandi utili e tutte le funzioni principali a portata di mano direttamente sul braccio principale della macchina, cosi si ha sempre tutto sotto controllo e all’occorenza si può facilmente cambiare punto e relativi parametri.

I punti infatti sono regolabili in lunghezza e ampiezza e questo da modo di personalizzare il cucito in base al tipo di stoffa e a ciò che si sta creando.

Tra gli accessori sono disponibili, oltre al piedino standard, il piedino per cerniere e quello per bottoni e occhielli.

Vengono poi forniti il ferma-rocchetto piccolo e grande, il taglia asole e lo spazzolino utile per rimuovere polvere e residui di stoffa dalla macchina, le bobine di ricambio e la placca per le operazioni di rammendo il pedale elettrico, un set di aghi e il manuale di istruzioni utile nei primi utilizzi.

Singer Heavy Duty 4432

Singer Heavy Duty 4432

Peso:  6,62 Kg

Dimensioni: 38,6 x 15,9 x 30,5 cm

Altre caratteristiche: 32 tipi di punti (utili, elastici, decorativi), 1100 punti al minuto, Crochet rotativo 

Partendo dalla sua definizione questa macchina si presenta sotto la veste di resistente compagna di lavoro adatta anche alle sfide più impegnative.

Tutte le declinazioni della serie Heavy Duty dispongono infatti di un telaio interno in metallo molto resistente e di una struttura generale molto solida che permette la lavorazione di materiali molto duri e per questo impegnativi.

Con questa serie quindi Singer ha dato ascolto a chi ha bisogno di uno strumento solido, robusto ma allo stesso tempo che metta a disposizione dell’utente molti punti e lavorazioni.

La Heavy Duty ha nel suo repertorio oltre 30 punti diversi tra i punti utili, elastici e decorativi

Presenta la funzione di asola automatica tanto apprezzata dagli utenti oltre alla regolazione di larghezza e lunghezza del punto.

La robustezza della macchina si carpisce anche da alcuni dettagli tecnici come i 1100 punti al minuto, l’infilatore dell’ago automatico, la placca in acciaio e la leva per l’abbassamento delle griffe.

Seguono poi nella scheda tecnica altri dettagli di stampo più professionale come la posizione dell’ago regolabile, il porta rocchetto ausiliario utile nella cucitura con ago gemello per effettuare cuciture più marcate che durino più a lungo, la leva per la cucitura di rinforzo e la possibilità di regolare la tensione del filo.

Non mancano alla lista delle caratteristiche tecniche i dettagli che Singer monta sulla quasi totalità delle sue macchine come il piedino standard, il piedino per cerniere e quello per asole e bottoni.

Lo scucitore con il pennello per le operazioni di pulizia, il set di aghi, il ferma-rocchetto piccolo e medio.

Il cacciavite ad L per poter effettuare piccole operazioni di manutenzione e controllo di routine, il reostato e il manuale d’uso.

La Heavy Duty si presenta quindi come una macchina sicura, robusta, utile per cucire anche tessuti impegnativi, sulla quale non sono presenti rinunce di sorta.

Singer M3505

Singer M3505

Peso: 5,6 kg

Dimensioni: 42,4 x 34,8 x 22,6 cm

Altre caratteristiche: 34 punti disponibili: utili, elastici e decorativi, Crochet oscillante in metallo, leva per la cucitura all’indietro

Da sempre attenta alle richieste dei propri utenti, Singer presenta una nuova linea di macchine che combinano affidabilità e compattezza generale per portare sul mercato un prodotto d’eccellenza.

Quelle che Singer presenta con la sua M3505 sono caratteristiche utili per cucire una molteplicità di tessuti, partendo dai più delicati a quelli più impegnativi.

Le varie operazioni saranno possibili con questa macchina che seguirà alla perfezione ogni impostazione senza che il tessuto si rovini o che la macchina abbia problemi.

Sotto questo aspetto emerge maggiormente la qualità dei materiali utilizzati da Singer che unitamente alla struttura solida e resistentepermette di portare ai propri utenti una macchina da cucire capace di sopportare sollecitazioni importanti senza che il suo cucito perda in termini di professionalità e perfezione.

Con questa serie la casa produttrice vuole ancora una volta produrre uno strumento utile che possa rivelarsi intuitivo e funzionale nella quotidianità senza troppi passaggi da fare.

Non ci sono rinunce, tutti i punti sono disponibili e pronti all’uso, dai classici punti semplici come il punto dritto o il punto zig-zag a quelli più utili come il punto invisibile maggiormente utilizzato nelle operazioni su pantaloni.

La creatività non è smorzata dalle possibilità disponibili sulla m3505, la presenza del punto smerlato decorativo ne è un esempio.

Tante funzioni che Singer vanta come fiore all’occhiello sono presenti, l’asola automatica a misura di bottone e la funzionalità che permette di operare a braccio libero per situazioni particolari come maniche e polsini.

I punti a disposizione sono 34, degne di nota sono alcune funzioni come il taglia-filo incorporato,

La funzione di infilaggio ago automatica che va a ridurre il tempo di preparazione della macchina.

Lla griffa di trasporto a 6 ranghi che si dimostra utile per gestire le cuciture relative a tessuti pesanti e duri in modo professionale e senza imperfezioni.

Tutte le funzioni appena elencate concorrono ad un generale alleggerimento delle operazioni preliminari da compiere per poter lavorare con la macchina.

Singer ha voluto quindi rendere tutto più automatico per restituire solo il piacere di cucire.

La lista delle caratteristiche tecniche si arricchisce poi con dettagli come la piastra di rammendo che aiuta ad evitare che il tessuto venga trascinato mentre si cuce a mano libera, la manopola di selezione punti intuitiva e facile da utilizzare.

Non mancano funzioni basilari come la regolazione del punto in larghezza e lunghezza, molto apprezzata nelle applique e nelle operazioni di imbastitura.

È presente inoltre la possibilità di cucire all’indietro, questa funzione serve in molti casi a fissare i punti all’inizio e alla fine del tessuto per evitare cedimenti futuri del punto.

La professionalità si dimostra ancora una volta in dettagli molto importanti come la possibilità di impostare una velocità di cucitura a 750 punti al minuto, placca, telaio e crochet sono in metallo.

Il design generale della macchina permette una lavorazione comoda e senza limitazioni con un’ampia area di lavoro che da la possibilità di operare su modelli diversi.

L’area di lavoro è illuminata dalla luce a LED incorporata per defaticare la vista.

In generale l’area di lavoro presenta tutti i maggiori comfort come la doppia alzata del piedino premistoffa che in questo caso da la possibilità di cucire anche tessuti spessi come le tende.

L’ago è regolabile in base al punto desiderato e alle operazioni da compiere ed è presente l’alloggio per il doppio ago, le cuciture a doppio ago sono maggiormente richieste per eseguire delle operazioni di rinforzo.

Il set di accessori conferito assieme alla macchina non manca di nulla comprendendo tutto il necessario alla manutenzione ordinaria della macchina come il cacciavite e lo spazzolino per la pulizia con la bustina copri-polvere.

Non manca la dotazione di base che comprende il piedino standard, quello per cerniera, quello per asole automatiche e per cucire bottoni, il set di aghi e infine le 3 spoline oltre al manuale d’uso.
 

Singer Starlet 6699

Singer Starlet 6699

Peso: 6,7 kg

Dimensioni: 40,5 x 28 x 20,5 cm

Altre caratteristiche: 100 punti tra punti utili, elastici e decorativi, larghezza e lunghezza del punto regolabili, asola automatica

L’inconfondibile stile Singer è ripreso nel modello Starlet 6699 unito ad un aggiornamento continuo tipico del marchio, tutto questo ha portato alla creazione di un perfetto connubio tra stile, eleganza e funzionalità.

Ci sono molti particolari che rendono questa macchina adatta ai principianti come il sistema di infilatura automatico, la spolina che lavora con il sistema tipico della SInger che semplifica tutte le operazioni preliminari.

Sono però molti i dettagli che ampliano il panorama di operazioni possibili con la Starlet 6699 come il tavolo da lavoro allungabile che permette la lavorazione di abiti ingombranti spesso impossibili da lavorare.

L’illuminazione a LED che risulta essere meno stressante per chi lavora oltre ad illuminare meglio la zona di lavoro.

Tutti questi dettagli rendono questo modello il perfetto alleato anche per i più esperti.

La dotazione infatti non ha lacune di sorta e presenta una gamma di 100 punti tra punti utili, elastici e decorativi.

Seguono poi una lunga lista di dettagli che perfezionano operazioni comuni come la funzione di asola automatica regolata sulla base della grandezza del bottone, l’infila ago automatico e incorporato che  con questo aggiornamento la macchina guida le operazioni di infilaggio partendo la rocchetto all’ago.

L’utilizzo generale di questo strumento è stato studiato per restituire una macchina che semplifica anche le minime operazioni, infatti sono disponibili tutti i settaggi relativi alla larghezza e lunghezza del punto,  e la possibilità di cucire a velocità maggiori.

Anche il piedino contribuisce alla funzionalità della macchina in quanto può essere sostituito all’occorrenza e gode della possibilità di doppia alzata per cucire stoffe più spesse e impegnative.

Il piedino gode inoltre di una funzione di sicurezza che permette di evitare errori comuni come cucire senza che prima sia stato abbassato, se infatti si tenta di cucire senza abbassare il piedino la macchina segnala l’errore automaticamente grazie al sensore di riconoscimento della posizione.

Riguardo all’ago la Starlet 6699 mette a disposizione diverse posizioni regolabili .

Con questa macchina da cucire, Singer mette a disposizione una serie di accessori indispensabili all’utilizzo quotidiano della macchina che possono quindi tornare utili spesso come il piedino standard, il piedino per cerniere e quello per le asole.

Troviamo inoltre un set di aghi, le spoline, il ferma rocchetti e il porta rocchetto ausiliario.

In merito alla manutenzione ordinaria della macchina Singer fornisce un pratico cacciavite per smontare la placca ago e la federa morbida per coprire la macchina quando non viene utilizzata unitamente ad un pratico manuale d’istruzioni.

Perché comprare una macchina Singer

Quello che si può riconoscere come un invisibile filo conduttore nelle macchine Singer di tutti i tempi è loro capacità di offrire prestazioni al top in ogni categoria.

Dal 1851 Singer è il top di gamma nelle macchine da cucito, il passato di questo marchio è diventato via via la base per sviluppi e miglioramenti continui che hanno portato Singer oggi ad essere un marchio leader nel settore che può quindi essere la migliore scelta da fare.

Basta scorrere qualsiasi classifica autorevole per scoprire che i macchinari proposti da Singer sono al top di categoria, la casa produttrice ha denominato una serie Confidence Quilter 7469Q per sottolineare la fiducia che i suoi utenti storici le hanno dato nel tempo.

Gli elementi con cui giudicare un macchinario Singer non possono prescindere dalla sua storia, dalla sua esperienza e dalla qualità finale dei suoi prodotti, dal telaio della macchina al set di aghi.

Quali funzioni considerare per acquistare la miglior macchina Singer

Nel vasto panorama proposto da Singer è utile avere una visione che comprenda alcuni parametri utili per poter operare una scelta oculata che corrisponda alle proprie esigenze.

Tra le prime variabili in gioco c’è senza dubbio il peso e l’ingombro della macchina, nel caso in cui sia destinata ad essere trasportata o spostata più volte sarà meglio scegliere un modello che non abbia un peso eccessivo, come ad esempio la Singer Curvy 8763.

Il secondo aspetto che deve influenzare la propria scelta è il telaio della macchina, nel caso in cui si è alla ricerca di un modello robusto che non dia problemi nel tempo e che resista a sollecitazioni di ogni tipo sarà utile optare per un modello della serie Heavy Duty che Singer ha costruito proprio in risposta a tali esigenze, questi modelli presentano una struttura in metallo molto resistente e adatta ad operazioni su tessuti spessi e di difficile lavorazione.

Andando ad analizzare il tipo di operazioni disponibili sulla macchina sarà utile accertarsi del numero e della varietà dei punti che la macchina può eseguire.

Questo dato comincia a dividere gli utenti tra esperti e neofiti in quanto per i primi saranno consigliabili modelli che abbiano un numero elevato di punti e di decorazioni possibili mentre i secondi sceglieranno macchinari più semplici e pratici.

Il numero di punti caratterizza il modello in quanto una macchina che può realizzare un numero di punti maggiore avrà senz’altro una connotazione più professionale e meno amatoriale nel lavoro eseguito.

In questo caso Singer garantisce una certa personalizzazione del punto in larghezza e lunghezza sulla totalità dei suoi modelli e questo equalizza la qualità del lavoro effettuato su ogni macchina.

Restando nell’ambito delle operazioni di cucito entra in gioco anche la velocità con la quale eseguire le operazioni.

Infatti molte macchine Singer possono infatti cucire con una velocità superiore a quella standard, si parla anche di 1100 punti al minuto per le macchine più professionali.

Per chi è alle prime armi è quindi consigliabile tralasciare questi modelli e scegliere macchine che operino a velocità più basse in quanto un’esperienza più esigua potrebbe non essere sufficiente per gestire macchinari più potenti.

Anche la bobina può concorrere alla scelta della propria macchina.

Il ruolo nevralgico della spolina implica la scelta di un macchinario che monti una bobina compatibile con più modelli, in questo caso si otterrà un risparmio economico non indifferente.

Bisogna tenere a mente che molte parti nella macchina verranno sostituite più volte nel tempo e il costo di questi accessori col tempo potrebbe aumentare specialmente se si scelgono modelli particolari che montano pezzi unici e non compatibili.

Nella propria scelta bisogna tenere conto di alcuni dettagli come il piedino.

Le caratteristiche legate al piedino influiscono in modo preponderante sulle operazioni di cucito in quanto un piedino dotato di doppia altezza permetterà operazioni su stoffe più pesanti, un piedino con una lavorazione antiaderente invece permetterà di mantenere più facilmente il tessuto in posizione mentre si cuce.

Anche gli aghi e le placche come tutti gli elementi removibili necessitano di attenzione perchè soggetti alla sostituzione molto più di altre parti della macchina.

In questo caso optare per una macchina che monti un alloggio per gli aghi più comune eviterà acquisti futuri più onerosi.

Con particolare riferimento all’ago e alle operazioni di infilaggio entra in gioco anche la tensione che la macchina applica al filo e alla bobina.

Alla fine di questa specifica analisi c’è la variabile del prezzo.

Bisogna comprendere che acquistando un articolo che porta il marchio Singer si entra in possesso di un oggetto di stile ed eleganza che nel tempo accresce il proprio valore come le auto d’epoca.

Molti modelli Singer del passato infatti sono diventati pezzi da collezione oltre ad essere stati reinterpretati dall’azienda stessa.

In ultimo sarà utile registrare il proprio acquisto per ottenere una garanzia che Singer mette a disposizione dei suoi clienti con la possibilità di rinnovarla nel tempo, cosi facendo si metterà in sicurezza la macchina da possibili guasti senza che mani estranee possano intervenire.

Verdetto finale

In base alle premesse appena fatte la scelta che più di altre raccoglie le caratteristiche di qualità e versatilità all’interno del panorama Singer è la Brilliance 6160.

Con questo modello, Singer ha infatti raccolto tutto il necessario per mettere a disposizione dell’utente esperto uno strumento valido e pieno di alternativa che non risulti al contempo proibitivo per chi è alle prime armi ma vuole imparare velocemente.

I punti cucito selezionabili su questa macchina sono molti e i 90 programmi di cucitura possono essere la base di partenza per dare sfogo alla propria creatività.

Sono presenti modalità di cucitura diritta, a zig-zag, punto bambola e punto conchiglia e il famoso punto taglicuci.

Non ci sono rinunce con la Brilliance 6160 e l’equilibrio generale tra prestazioni e facilità d’utilizzo rendono questo modello l’ideale per tutti.

L’utilizzo dei materiali unitamente alla costruzione professionale della macchina rispecchia la semplicità che da sempre ha contraddistinto i prodotti Singer.

I dettagli come il computer di bordo che facilita molte delle operazioni di routine, il display LCD, l’illuminazione della zona di lavoro e la possibilità di lavorare a braccio libero sono funzionali per esperti e neofiti.

In ultimo le dimensioni e il peso di questo modello non sono proibitive e per questo la Brilliance 6160 rappresenta l’equilibrio perfetto tra qualità e facilità d’utilizzo per dare la possibilità a chiunque di confezionare un lavoro di stampo professionale.