manichino sartoriale

I Migliori modelli di Manichino Sartoriale in Commercio

Nella guida che segue si metteranno a confronto i migliori modelli di manichino sartoriale in commercio e per tutte le tasche.

Per coloro che posseggono un’attività di sartoria professionale, un piccolo atelier o sono semplicemente degli appassionati, il manichino rappresenta il centro di tutto.

È di fondamentale importanza ottenere le informazioni giuste per scegliere il prodotto giusto.

In questo la classifica che verrà delineata cerca di mettere a confronto i migliori modelli.

Ottenendo una disamina completa di quali siano le caratteristiche che fanno di un manichino sartoriale  la scelta di un oggetto professionale e funzionale al proprio lavoro.

Il manichino assume, nel mondo della sartoria professionale e non, un ruolo nevralgico.

È il perno principale di tutti i progetti e questo gli dona un’importanza specifica.

Il confezionamento di ogni modello o abito non può prescindere da una prova sul manichino.

Sarà utile perciò consultare questa classifica per poter approfondire le proprie conoscenze e investire nei marchi migliori.

Vislone Busto Sartoriale Donna

Vislone Busto Sartoriale

Questo manichino presenta tutte le caratteristiche si richiedono ad uno strumento professionale.

L’eleganza di questo articolo parla e si esprime su più livelli.

Partendo da una semplice analisi esterna si possono notare molti dettagli importanti.

Primo tra tutti è il design con cui è realizzato il tessuto esterno.

Il manichino diventa quindi prima di tutto un oggetto di design.

Anche nudo il manichino presenta una piacevolezza che è degna di pochi modelli.

Il modello in esame presenta una struttura che si sviluppa in altezza con un range di misure variabile.

Si parte da un minimo di 133 centimetri per arrivare a 168 centimetri.

Il modello presenta una vasta gamma di regolazioni.

In questo modo i vari modelli e le dovute correzioni sartoria potranno essere eseguite comodamente.

Adatto a più utilizzi il manichino è fornito di tutto il necessario.

Non mancano nella dotazione il torso, entrambi le parti relative al connettore oltre al tubo di supporto e al supporto treppiedi.

Superando il mero aspetto esteriore, che pur colpisce, passiamo ora all’analisi tecnica.

Specifiche tecniche e dettagli costruttivi sono cosi delineati in un materiale costruttivo di tela ruvida per il torso.

Il treppiedi su cui poggia il manichino è realizzato in MDF e il comodo pomello superiore è in legno.

La struttura centrale del manichino è realizzata in acciaio verniciato che ne aumenta la resistenza e la solidità.

Le misure del manichino sono poi il secondo aspetto tecnico di interesse fondamentale:

Spalla: 86 cm.

Petto: 84 cm.

Girovita: 67 cm.

Anca: 90 cm.

Altezza torso: 67 cm.

Altezza collo: 8,5 cm.

SONGMICS Manichino Sartoriale

SONGMICS Manichino Sartoriale

Con il modello proposto da Songmics si passa a tutt’altro stile costruttivo.

Si abbandonano i canonici modelli per abbracciare un design più minimale.

La struttura e le linee del manichino testimoniano di un trend decisamente rivoluzionario.

Si passa ad un modello che presenta una struttura fissa realizzata in materiale antiruggine.

La bellezza di questo articolo ne fa un modello di inconfondibile attrazione.

Le ottime rifiniture e la produzione generale del manichino assicurano una completa usabilità.

La qualità dei materiali di costruzione permette peraltro una pulizia quotidiana e veloce.

Songmics utilizza saggiamente il ferro battuto per creare un modello decisamente elegante che nelle linee e nelle forme ricorda molto i primi anni del ‘800.

Raffinatezza ed eleganza permeano questo modello a tal punto da conferirgli leggerezza e al contempo funzionalità.

Il comodo vano ricavato alla base del corpetto può essere facilmente utilizzato per riporre i propri accessori.

In base al suo design questo manichino strizza l’occhio ad un utilizzo commerciale.

Pratico da esporre in vetrina oltre che in laboratorio quindi.

A tutte le caratteristiche appena citate si somma la facilità nelle operazioni di montaggio.

Oltre ad un’analisi prettamente estetica si passa ora ai dettagli tecnici.

Il manichino proposto da Songmics è un modello molto leggero realizzato in ferro dal colore nero.

Le misure sono regolabili quanto meno nell’altezza.

La struttura del manichino presenta:

Spalla: 37,5 cm.

Petto: 90 cm.

Girovita: 52 cm.

Anca: 110 cm.

Altezza: 147-167 cm.

Beautify Manichino Busti sartoriali Femminile

Beautify Manichino Busti sartoriali Femminile

La collocazione di questo modello è in una fascia molto interessante.

Il manichino saeroriale di Beatutify si mostra in tutta la sua eleganza.

Il tocco di classe è percepito dall’utilizzo dei materiali e dei colori che restituiscono un manichino molto solido ma mai settoriale.

Si nota una certa cura del dettaglio che colpisce attraverso i particolari.

Il disegno della tela di rivestimento del torso ne è la prova.

Molte scelte di design proiettano questo manichino in molti scenari.

Adatto alle scuole di moda, ai sarti professionisti e alle vetrine dei negozi di moda.

Superando una prima sfera estetica si può notare come le migliorie continuino sull’aspetto strutturale.

Il corpo del manichino si presenta molto robusto.

L’imbottitura è di qualità e permette di utilizzare il manichino per progetti impegnativi.

L’asta interna è realizzata per permettere un utilizzo sicuro e stabile del manichino.

Tutta la struttura poggia infine su una pianta a treppiede di classe.

Il manichino è fabbricato in taglia inglese di 8/10 che corrisponde alla 40/42 italiana.

Beautify mette a disposizione due fodere per questo modello.

In questo modo si può vestire il manichino in base all’ambiente.

Per un ambiente professionale si potrà utilizzare il rivestimento total white.

Per un utilizzo prettamente estetico o d’arredamento si opterà per la decorazione.

Regolabile nell’altezza del busto, sembra che questo modello presenti molte qualità a suo favore.

Nell’analisi tecnica del modello si passa alle misure:

Spalla: 38 cm.

Petto: 86 cm.

Girovita: 68 cm.

Anca: 90 cm.

Prym 611 755 – Manichino Prymadonna

Prym 611 755 - Manichino Prymadonna

Con il modello proposto da Prym si entra in una fascia di modellistica di livello superiore.

Basti pensare al dettaglio principale che caratterizza questo manichino: componibilità.

Il manichino in questione infatti non segue la fabbricazione dei modelli precedenti.

Il Prym 611 755 presenta infatti una progettazione utile per chi desidera realizzare abiti su misura.

L’intero settore della sartoria di precisione è quindi interessato.

Il manichino presenta una comoda struttura e una base stabile sulla quale poggia l’intero manichino.

L’intero modello presenta una conformazione capace di assumere forme e misure diverse.

Le misure possono essere inserite dal/la sarto/a in base al progetto a cui si lavora.

In sezione sono montate delle misurazioni su 3 livelli all’altezza del seno, dei fianchi e dell’anca.

In questo modo si può attuare un progetto di sartoria su misura perfettamente idoneo per confezionare abiti perfetti.

Il manichino presenta una regolazione in altezza opzionale che può essere utile sotto più profili.

In base a queste caratteristiche tecniche questo modello abbraccia la progettazione di abiti per tagli diverse.

Con questa progettazione il Prym 611 755 può accogliere tutte le taglie che vanno dalla 36 alla 42.

È quindi il giusto mezzo per un laboratorio di sartoria che si rispetti.

Sulla base di queste premesse non ci sono misure a cui fare riferimento per la scelta.

Il manichino può essere conformato alle proprie esigenze.

Singer manichino in Tessuto e Schiuma DF 150

Singer manichino in Tessuto e Schiuma DF 150

Il marchio Singer non ha bisogno di presentazioni.

Da sempre impegnato nel mondo della sartoria e del cucito in generale, presenta oggi il suo modello di manichino.

Il marchio americano presenta la sua idea di manichino sartoriale che non poteva trascendere una base costruttiva professionale.

Il manichino presenta cuciture di livello e una lavorazione a limite di un prodotto d’arte.

Anche in questo modello si è seguito infatti una progettazione che permettesse di ottenere più modelli in un solo articolo.

Il modello proposto da Singer però va oltre la normale modellistica.

Il manichino presenta infatti una regolazione più estesa.

Le funzionalità di spicco si riassumono in pochi concetti declinati a regola d’arte.

In primo luogo, il manichino possiede uno schema di regolazione basato su 13 punti utili.

Oltre alle classiche tre impostazioni di misurazione (seno, punto vita e i fianchi) , Singer aggiunge una misurazione più particolareggiata.

È stato pensato per essere allungato e ridotto nel busto.

Singer però va oltre e aggiunge altre due misurazioni.

Il manichino presenta delle impostazioni per la larghezza delle spalle e del collo.

Questi dettagli rendono quest’oggetto un potente strumento di sartoria utile in molti ambiti.

Nella sua completezza il modello DF 150 può progettare modelli che vanno dalla taglia 36 alla 42.

I vantaggi di possedere un manichino

I vantaggi derivanti dall’utilizzo di un manichino sono funzionali al livello di professionalità desiderato.

A prescindere dal tipo di operazione di sartoria da compiere un manichino sartoriale torna utile in molte fasi.

Partendo dall’intera progettazione di un abito fino alla minima correzione, utilizzare un manichino può facilitare tutte le operazioni.

Occorre quindi comprendere che l’utilizzo non deve trascendere il confezionamento finale dell’abito.

Utilizzando un manichino si può avere un’idea finale del progetto in ogni momento.

Con questo strumento non occorre quindi affidarsi all’immaginazione che a volte può ingannare.

I vantaggi si rincorrono in ogni fase del progetto.

Effettuare le minime regolazioni può essere estremamente comodo.

In ultimo l’utilizzo di un manichino può tornare estremamente utile in ambito scolastico.

Quindi, quali caratteristiche considerare per acquistare un manichino?

La Forma

Il primo dettaglio da considerare è la struttura del manichino.

Come si è visto in precedenza il manichino può essere progettato secondo un modello fisso oppure regolabile.

Il primo modello assumerà le funzioni più basilari.

Il secondo, più professionale, può ottenere un maggior successo nella confezione di abiti.

Un manichino regolabile è adatto alla sartoria di progettazione che si basa su più variabili.

Con un manichino regolabile si parte con i mezzi migliori per le proprie creazioni quindi.

I manichini fissi quindi sono progettati per un utilizzo maggiormente espositivo.

La forma quindi è conseguenziale all’utilizzo finale.

Il numero di regolazioni

Il secondo dettaglio riguarda il numero di regolazioni montate sul manichino.

Pur in ambito di manichini professionali, molti modelli si fermano ad una regolazione base distribuita su tre livelli.

Con questa prima configurazione si possono creare degli ottimi progetti sotto molti aspetti.

Le tre regolazioni all’altezza di seno, girovita e fianchi rappresentano un’ottima base di partenza per la maggioranza dei progetti.

Per questo, la maggior parte dei modelli in circolazione utilizzano questo schema.

Oltre questa prima personalizzazione esiste un livello superiore che monta un numero maggiore di regolazioni.

Per chi avesse necessità superiori esistono manichini che presentano una maggiore personalizzazione delle misure.

Il numero delle regolazioni quindi è funzione della professionalità dell’articolo e in ultimo della creazione finale.

Le regolazioni possono infatti riguardare zone del corpo che differenziano più soggetti.

Sono quindi i dettagli che aumentano il valore dell’abito.

Si può quindi affermare che un numero maggiore di regolazioni è funzione di alta sartoria.

Con un manichino del genere si è più sicuri di confezionare un vero e proprio abito su misura.

Un numero di regolazioni inferiore potrebbe infatti indurre alla creazione di un abito che, ad ultimazione compiuta, non si adatti al cliente.

Le Taglie

Direttamente collegato al dettaglio delle regolazioni, è quello delle taglie contemplate.

Anche sotto questo punto di vista occorre un’analisi a priori.

Se l’articolo sarà utilizzato in ambito non professionale, si potrà optare per un modello base.

I modelli di cui si parla infatti comprendono un range di taglie ridotto.

Questi modelli solitamente abbracciano le taglie più diffuse.

Questo li rende al contempo economici e funzionali.

Molti laboratori amatoriali si occupano del confezionamento di abiti su poche taglie ma su molti numeri.

Questi manichini sono quindi la scelta ideale per questo tipo di settori.

Se di contro il manichino dovrà essere utilizzato in ambito professionale/aziendale, le condizioni mutano.

Occorrerà, in questo caso, scegliere un modello che abbracci un numero maggiore di taglie.

L’offerta aziendale deve infatti essere più estesa di quella dei laboratori privati.

I Materiali

Il capitolo riguardante i materiali è d’obbligo.

Il manichino è un oggetto con il quale instaurare un rapporto molto intenso e quotidiano.

Per questo è d’obbligo accertarsi che quello che si tocca ogni giorno sia stato realizzato secondo le norme più recenti.

Non sono pochi i casi in cui si acquisti un modello realizzato con materiali scadenti.

In questi casi, a lungo andare, si possono generare cattive sorprese.

L’oggetto del manichino afferisce un utilizzo costante e duraturo.

Per queste premesse il fattore sanitario è il primo caposaldo che il manichino deve possedere.

In seguito, la conformazione del manichino riguarda la sfera dell’usabilità.

In ogni laboratorio di sartoria, si trattano abiti diversi con stoffe e tessuti diversi.

Questa caratteristica impone al manichino l’utilizzo di materiali che non danneggino le varie stoffe a contatto.

Materiali scadenti potrebbero infatti rilasciare col tempo frammenti di colore o di materiale d’imbottitura.

La scelta migliore in questo caso è optare per un modello riempito con materiale schiumoso.

La Costruzione

La costruzione e la stabilità del manichino sono, banalmente, alla base della durabilità dello stesso.

Scegliere una struttura solida che utilizzi materiali di qualità rappresenta il primo investimento utile in questo campo.

Scegliere una base piatta e larga può essere l’opzione migliore rispetto al treppiedi che si sviluppa in altezza.

In quest’ottica infatti i manichini si dividono ulteriormente.

I modelli che poggiano su un treppiedi alto e vistoso prediligono un utilizzo prettamente d’esposizione.

Quelli che presentano una base piatta molto ampia invece sono progettati per il laboratorio e quindi per resistere a numerose sollecitazioni.

Il Verdetto

In base alle premesse la scelta più idonea ricade sul modello proposto da Singer.

La scelta è operata sulla base di più variabili che Singer cerca di soddisfare in un unico modello.

Il DF 150 infatti rappresenta l’idea di manichino più apprezzata e maggiormente professionale.

Sotto più aspetti infatti questo modello presenta molti dettagli di stampo professionale che simpatizzano col mondo professionale.

D’altro canto invece lo stesso modello resta semplice da utilizzare.

Queste due caratteristiche vengono combinate da Singer in modo unico.

Questo modello può essere utilizzato facilmente anche da chi non è un sarto professionista, ma può restituire un’esperienza professionale al contempo.

Le molte regolazioni presenti sul manichino rappresentano un dettaglio imprescindibile.

Singer ha svolto quindi un egregio lavoro prendendo dalla sartoria di professione molti segreti e applicandoli al DF 150.

Le numerose regolazioni unite al range di taglie utilizzabili fanno di questo modello un funzionale strumento di sartoria.